Donne nel vigneto. È il motto scelto per l’edizione 2018 di Vinea Tirolensis. In Alto Adige all’interno delle aziende la donna infatti ricopre tutti i ruoli  – dal lavoro in vigna all’affinamento in cantina fino all’attività di marketing.  Il vignaiolo,...
La Denominazione del Montecucco, in Maremma Toscana, festeggia 20 anni. Raggruppa al suo interno la produzione di uve, principalmente Sangiovese, provenienti dai 7 comuni della denominazione di origine controllata e garantita, la DOCG in vigore da settembre 2011: Arcidosso,...
“Dietro una bottiglia di vino ci sono storie di persone che trepidano per la natura. Ogni anno bisogna sempre aguzzare l’ingegno ed adattarsi. E’ una delle grandi e mai scontate lezioni che mi ha lasciato mio padre” – ha...
LE ANNATE IN DEGUSTAZIONE La degustazione che ha visto scenderci in campo, affiatati e molto determinati, è durata due giorni e ci siamo concentrati sui rossi. Il primo assaggio è stato orientato verso il Bolgheri rosso 2016, seguiti dal Bolgheri...
Una bella realtà, duecento anni di storia come produttori di vino, in una delle zone tra le più vocate e fresche d’Italia, l’Alto Adige. Il nome Alois Lageder è conosciuto ai più ma oggi Clemens, a soli 31 anni,...
Mangiare la pizza di Franco Pepe è un’avventura bellissima. Con un solo problema, non smetteresti mai. E’ tra le cose più buone che ho mangiato negli ultimi venti anni. Non credo di esagerare considerando la mia passione per i...
Si è formato a fianco al padre Michele. Una delle figure più carismatiche e innovative del panorama vitivinicolo bolgherese. Nonché tra i precursori storici del fenomeno Bolgheri. Giacomo Satta, classe '91, è pronto a lanciare una nuova scommessa, in...
Tra le cose più interessanti di Vinitaly, se non altro ben organizzato e fuori dal caos dei padiglioni, è stato l’evento Vi.Te (Vignaioli e Territori), in un albergo appena  fuori dalla Fiera di Verona. A capo l’omonima associazione che...
Il Sangiovese, in gran parte della Toscana, ma non solo, parla la lingua di Maurizio Castelli. Oltre 40 anni di esperienza, un enologo-agronomo considerato un “guru”, anche se lui non accetta il nomignolo, perché si occupa di cose terrene...
E niente Stefano Amerighi o lo ami o lo odi. Non ci sono vie di mezzo. E’ l’espressione più pura e reale non solo di un nuovo modo di fare di vino, ma soprattutto di interpretarlo, recuperarlo, raccontarlo, farlo...